Categories

Share







Top Sellers

Abrasione (resistenza alla)
Capacità di una pellicola di vernice di resistere all'impatto e all'attrito di particelle e corpi abrasivi.

Abrasivo
Materiale atto per la durezza e forma delle particelle ad incidere ed erodere, è principalmente usato per la preparazione del legno grezzo e la levigatura dei fondi.

Acetone
E’ uno dei solventi (il più usato) che sciolgono la nitro, anche quando è secca, mentre per diluirla si usa un diluente speciale, chiamato appunto diluente nitro.

Acquaragia vegetale
Miscela di idrocarburi, o essenza di trementina che costituiscono l'olio essenziale ottenibile per distillazione della resina delle varie conifere

Additivi
Aggiunte, normalmente di modesta entità, per regolare e/o modificare le proprietà chimico fisiche delle miscele

Adesione
Resistenza che un prodotto verniciante oppone all'azione di distacco dal supporto o da un sottostante strato di vernice/fondo.

Aerografo
Pistola ad aria compressa usata per spruzzare vernice finemente polverizzata sulla superficie da verniciare. E' composta da una impugnatura con condotto dell'aria compressa, da uno spruzzatore con ugello e da un serbatoio o tazza per la vernice.

Affresco
Pittura eseguita con vari procedimenti sull'intonaco ancora fresco del muro.

Agenti atmosferici
Sono i componenti dell’atmosfera e principalmente ossigeno, anidride carbonica, umidità ed ancora le radiazioni luminose ultra violette che rappresentano fattori di primaria importanza nei processi di disintegrazione delle sostanze organiche

Airless
Vedi la definizione di “Pistola“.

Air-mix
Vedi la definizione di “Pistola“.

Ancoraggio
Capacità di aderenza tra supporto e mano di fondo o tra quest'ultima e le mani successive.

Antiacido/a
E’ un rivestimento ad alto o basso spessore resistente agli acidi e dotato di alto potere impermeabilizzante

Antimuffa
E’ una sostanza battericida atta a ridurre - eliminare formazioni di muffe

Antischiuma
Prodotto usato per eliminare ogni formazione di schiuma nella preparazione di pitture, emulsione,e ritardare la formazione di bolle durante l’applicazione

Appiccicosità
Imperfetta essiccazione in superficie della pellicola di un prodotto verniciante, che può essere provocata sia da errori di formulazione che da un errato sistema applicativo.

Applicabilità
Adattabilità di una vernice ad un determinato sistema di verniciatura.

Asfalto
E’ un composto costituito da inerti minerali di varia granulometria e bitume (sottoprodotto derivato dalla lavorazione del petrolio)

Asportazione (di pitture – smalti, rivestimenti plastici)
Può essere eseguita manualmente o meccanicamente in diversi metodi quali: raschiatura, carteggiatura, bruciatura, sverniciatura, idropulitura, sabbiatura, etc.

Assorbimento
Costituisce la proprietà di alcuni corpi di fissarne altri (liquidi o gas) sulla superficie.

Assorbitori U.V.
Sostanze chimiche che, solitamente introdotte nelle vernici di finitura, bloccano le radiazioni ultraviolette contenute nello spettro solare, prima che queste giungano sul legno. L'addizione di assorbitori U.V. aumenta la protezione del legno e la durata della pellicola all'esterno.

Autolivellante
Caratteristica dei materiali di autoadagiarsi su di una superficie orizzontale.

Azione dei sali
L’acqua svolge un’azione di trasporto dei sali solubili che incontra sul suo percorso dando origine a d efluerescenze e degradazione di rivestimenti e dei materiali lapidei. La presenza di sali igroscopici provoca un aumento dell’umidità della muratura. Le disgregazione dei materiali sono dovute alle pressioni esercitate dalla cristallizzazione dei sali.

Balsami
Con questo nome si indicano gli ossudati, spontanei o provocati con incisioni, di piante e sono costituiti principalmente da emulsioni o soluzioni di resine in olii eterei caratterizzati da odore e sapore aromatico gradevole.

Basi tintometriche
Prodotto di base da colorare a tintometro

Battericida
Sostanza che protegge i prodotti vernicianti, in latta o in vasca, e il legno dall'azione demolitiva dei microrganismi presenti nell'aria.

Biacca
Carbonato basico di piombo dotato di buon potere coprente ma di scarso impiego per la facilità con cui annerisce e per il grado di tossicità

Bianco di zinco
O ossido di zinco; è uno dei pigmenti più bianco ed essendo opaco alla luce ultravioletta, protegge la pellicola dell'azione distruttiva di questi raggi ed è di conseguenza molto indicato in combinazione con il biossido di titanio, poichè ne impedisce lo sfarinameto. È usato anche in antiruggini come pigmento inibitore ed esplica anche una azione fungicida.

Biossido di titanio
Questo pigmento, noto anche come bianco di titanio, è uno dei più importanti pigmenti usati nel campo dei prodotti vernicianti.

Blistering
Sollevamento localizzato del film della vernice dal supporto.

Brillantezza
E’ la capacità di una superficie a riflettere regolarmente la luce. Viene misurata per confronto a quella di superfici standard con appositi apparecchi. (unità di misura: gloss 1-100)

Buccia d’arancia
Stendimento difettoso di una pellicola di vernice addebitabile per lo più alla scelta erronea dei diluenti, cattiva tecnica di applicazione a spruzzo, che può produrre un aspetto bucciato

Butteramento
Formazione di crateri sulla superficie di una pellicola/film applicata.

Calamina
O scaglie di laminazione; uno stato di ossidi di ferro particolarmente duro ed aderente, che si forma sulla superficie del metallo durante il processo di laminazione. Per un corretto trattamento del ferro sarebbe opportuna la sua rimozione.

Calce aerea (grassello)
Legante aereo prodotto attraverso la cottura della pietra da calce ( in genere carbonato di calcio al 95%), le cui fasi di produzione sono: cottura, spegnimento, estinzione, colatura, addensamento e stagionatura. Viene utilizzato per produrre il grassello di calce, tonachini e pitture.

Calcestruzzo
Materiale composto, formato da cemento, aggregati (sabbia e ghiaia) ed acqua.

Caolino
E’ un silicato di alluminio molto usato come carica per la finezza impalpabile, l'inerzia, l'assenza di colore ed il basso costo.

Capillari
Condotti dalle dimensioni estremante piccoli che in virtù di particolari fenomeni fisici permettono ai liquidi di risalire dal basso verso l’alto.

Capocchie
Si formano in fase di essiccazione, quando il solvente e l'aria non riescono ad uscire dal film, che ha generato in superficie una sottile pellicola già indurita.

Carbon blacks
Pigmenti neri di grande interesse nell'industria delle vernici, preparati sia per parziale combustione che per decomposizione termica di idrocarburi gassosi e liquidi.

Carbonatazione
Processo chimico che determina l’indurimento delle malte

Carbonatazione del calcestruzzo
Fenomeno dovuto al naturale invecchiamento del calcestruzzo il quale da origine all’abbassamento del valore del pH da 12-13 a circa 9, provocando una perdita del potere protettivo delle armature in ferro ed innescando il fenomeno di ossidazione.

Carbonato di calcio
Sostanza usata come estensore in prodotti vernicianti si ottiene per macinazione del prodotto naturale -calcare ovvero per precipitazione; ha interesse specialmente per la sua proprietà di neutralizzare ogni traccia di acido minerale libero in olii o pigmenti.

Cariche
O estensori; sostanze minerali usate per aumentare il residuo secco di un prodotto verniciante ed abbassarne il costo; vengono utilizzate per la loro capacità di impartire al sistema specifiche proprietà, come inerzia chimica ed opacità.

Carteggiatura
Operazione che attraverso l'uso di carte od altri mezzi abrasivi, prepara o il supporto grezzo a ricevere la prima mano di prodotto verniciante o il fondo destinato a ricevere la mano di finitura. In alcuni cicli di verniciatura possono essere eseguite operazioni di carteggiatura anche sulla tinta o sull'impregnante o su applicazioni intermedie di mani di fondo.

Caseina
Sostanza solida amorfa ottenuta dal latte per precipitazione con acido cloridrico, acetico, lattico ecc. è stata usata nel passato, quale legante per pittura all'acqua e nell'industria degli adesivi

Catalisi
Processo attraverso il quale due o più componenti di prodotti vernicianti, opportunamente mescolati, iniziano a reticolare, cioè ad indurire per formare il film solido. Della catalisi è essenziale rispettare le dosi prescritte per i vari componenti ed il tempo di lavorabilità della parte catalizzata

Catalizzatore
Prodotto che accelera l’essiccazione di un prodotto verniciante.

Catrame
Residuo che rimane dopo la distillazione secca del carbon fossile; in esso sono state rinvenute circa cento sostanze diverse, per cui è considerato un vera sorgente di composti aromatici e costituisce il punto di partenza dell'industria dei colori di anilina e di prodotti resinosi.

Caucciù
E’ un colloide contenuto nel lattice di diverse piante, che viene estratto praticando incisioni nel tronco.

Cavillature
Fessure di dimensioni inferiori al millimetro, tendenzialmente a forma di ragnatela causate dal ritiro degli intonaci.

Cellulosa
Una sostanza molto diffusa nel regno vegetale e costituisce la parte, principale delle pareti cellulari delle piante.

Cere
Sostanze di origine vegetale o animale, sono prodotti di secrezioni delle parti superficiali dei fiori o delle foglie oppure dalla pelle di animali.

Clorocaucciù
E’ usato quale legnate per vernici dotate di rapida essiccazione e grande resistenza a soluzioni acide alcaline e all'acqua.

Coefficiente di permeabilità al vapore
Viene espresso con un numero che indica quante volte il materiale è meno traspirante rispetto ad un pari spessore d’aria. I materiali con valori più bassi, a parità di spessori applicati, sono quelli con migliore traspirabilità.

Coesione
E’ la risultante delle forze molecolari, sia elettrostatiche che di attrazione gravitazionale, che ne determinano la durezza e la resistenza meccanica.

Colatura
Formazione di accumuli durante l'applicazione del prodotto verniciante, come gocce, bordature, festoni ecc.. E' causata, in genere, da: eccesso di quantità applicata, prodotto troppo liquido, prodotto non tixotropico.

Colorante tintometro
Paste coloranti con definite proprietà

Colore
E’ la proprietà che possiede un corpo di assorbire una dei raggi coloranti dello spettro e di lasciare passare gli altri; se è trasparente, o di rifletterli, se è opaco a questi. Essa è in stretta relazione con la struttura chimica e cristallina.

Colpi di spazzola (cicli gardner)
Misura strumentale della lavabilità

Condensazione
Fenomeno per il quale si ha la formazione di acqua in fase liquida su una superficie asciutta m a fredda (ponte termico). Questo è un fenomeno che si verifica in particolari condizioni di umidità dell’aria e temperatura del supporto

Conglomerato
Unione coesiva di cose eterogenee in genere intonaci, malte, betoncini e calcestruzzi.

Consolidante
E’ una soluzione in solvente con elevato potere di penetrazione e consolidamento di superfici non compatte e/o degradate.

Controspinta
Spinta idrostatica agente dall’esterno verso l’interno.

Copertura
Potere di coprire e/o mascherare.

Corrosione
Alterazione che subiscono i metalli non nobili (ferro, acciaio) durante l’esposizione alle intemperie per effetto dell’ossigeno e dell’umidità dell’aria.

Deformazione
Quantità di energia che un corpo può assorbire prima di rompersi.

Densità
E’ il rapporto fra il peso del materiale in esame e quello di un ugual volume di acqua distillata; nella pratica si fa coincidere con il peso specifico, anche se ciò fisicamente non è esatto.

Deumidificante
Miscela a base calce idraulica o cemento con proprietà di dissipare l'umidità per effetto dell'elevata porosità

Dilatazione
Si intende con questo termine la capacità del prodotto di distendersi, dopo l'applicazione, fino a presentare una superficie liscia esente da difetti.

Diluenti
Prodotto utilizzato per migliorare la capacità applicativa di un prodotto verniciante o pittura.

Dispersore
Miscelatore ad albero verticale con elevato numero di giri ad alto sforzo al taglio

Durezza
Rappresenta la resistenza opposta da un corpo alle forze che tendono a scalfirlo Essa viene determinata con appositi apparecchi detti durometri.

Eflorescenze (saline)
Cristallizzazione dei sali solubili sulla superficie dei manufatti, avviene per capillarità e provoca danni estetici e strutturali.

Elasticità
Proprietà per cui un corpo si deforma, se sottoposto a determinate sollecitazioni meccaniche, ma riprende la forma primitiva al cessare delle stesse.

Elastomerica
Termine che identifica prodotti vernicianti o rivestimenti contenenti leganti sintetici particolarmente elastici.

Emulsione
Miscela omogenea di una sostanza e/o più sostanze in acqua.

Espansivo
Agente in grado di determinare un aumento di volume nella fase plastica o di indurimento di un agglomerato.

Essiccante
Additivo che migliora la proprietà di essiccamento di un prodotto verniciante.

Evaporazione
Passaggio di una sostanza dallo stato liquido a quello gassoso.

Farine fossili
Polveri finissime derivate da conchiglie fossili, del tipo diatomee, attapulgiti, etc.

Fessurazioni
Fessure di dimensioni superiori ad 1 mm.

Fessure da spessore
Fessurazioni (superiori al mm) con andamento a croce che denotano l’eccessivo spessore del materiale apportato in una sola volta ed suo distacco dal supporto.

Fessure statiche
Fessurazioni (superiori al mm) con andamento tendenzialmente rettilineo.

Fibrorinforzato
Composto che contiene fibre atte a ridurre e controllare la tendenza fessurativa.

Filler, Ventilato
Componente finissimo (inferiore ad 1/10 mm) di un conglomerato, malta intonaco etc.

Filmazione
Formazione del film solido del polimero per l’effetto fisico dell’essiccazione del veicolo liquido.

Floating
Galleggiamento del colorante sulla superficie della vernice allo stato liquido.

Formazione della pellicola
Si ottiene in seguito ad una serie di fenomeni, che comprendono l'evaporazione dei solventi, la coagulazione, l’ossidazione e polimerizzazione dei legante.

Funghicida
Sostanza usata per prevenire o ad eliminare la formazione di funghi e muffe.

Gesso
Materiale legante ottenuto dalla cottura della pietra da gesso o gesso crudo o selenite. Il fenomeno di presa ha luogo impastando il gesso cotto con l'acqua.

Gloss
Definisce il grado di brillantezza del film del prodotto verniciante; che è anche l’unità di misura (1-100).

Grafite
Pigmento nero formato essenzialmente da carbonio, dotato di apparenza metallica, si trova in natura o si produce da coke in forni elettrici-

Granulometria
Definisce le dimensioni delle particelle dei solidi attraverso misure dirette

Idrocarburi
Composti organici formati da carbonio e idrogeno, usati come solventi per prodotti vernicianti.

Idrofugazione
Trattamento delle superfici di un manufatto con un prodotto in grado di opporsi al passaggio dell’acqua senza ostacolare il passaggio del vapore.

Idropittura
Pittura a base acquosa.

Idropulitura
Viene eseguita su materiali lapidei, cemento armato, intonaci che necessitano di una rimozione di vecchie pitture degradate, viene eseguita con acqua a pressione (idropulitrice).

Idrorepellenza
Repulsione verso le molecole di acqua favorisce la protezione dall’acqua senza pregiudicare la capacità di traspirazione.

Idrosabbiatura
Viene eseguita su materiali lapidei, cemento armato, intonaci, vecchie pitture o rivestimenti plastici, che necessitano di interventi di pulitura radicale e rimozione totale rivestimenti plastici. Viene eseguita con acqua a forte pressione, sabbia o altri materiali abrasivi.

Igroscopicità
Capacità di un materiale di assumere e cedere vapore acqueo.

Impermeabilizzante
Prodotto atto a conferire un efficace resistenza al passaggio dei liquidi

Impolmonimento
Addensamento del prodotto verniciante e formazione di una massa viscosa.

Ingiallimento
Si definisce così la tendenza del film essiccato ad assumere con il tempo una tinta giallastra; si attribuisce questo fenomeno a processi di ossidazione del legante.

Inibitore
E’ un agente che arresta una reazione chimica. Nell’industria delle vernici, si intendono con tale termine quei pigmenti, o altri agenti, che ritardano la formazione della ruggine o la ostacolano.

Iniettabile
Particolare attitudine di un materiale fluido ad essere posto in opera mediante iniezione.

Intonaci
Composti costituiti da legante (calce idraulica naturale-cemento) ed inerti in idonea curva granulometrica con la funzione di proteggere e rifinire murature, cemento armato, pietre, etc.

Intonaci deumidificanti macroporosi
Particolare intonaci costituiti con leganti a calce idraulica naturale o cemento, aventi caratteristiche di elevata traspirabilità, inoltre costituisce una valida barriera al trasporto dei sali disciolti..

Intonaco termico
Sistema di isolamento termico ottenuto attraverso utilizzo di intonaci a bassa densità, porosi ed alleggeriti. I più utilizzati sono a base di polistireni o perliti. Per un buon isolamento termico lo spessore deve essere un minimo di 3 cm.

Isolante
Soluzione diluita in acqua o solvente in grado di ridurre e rendere omogeneo l’assorbimento delle superfici.

labelElDist1
SETTORE

labelElDist2
COLORE

labelElDist3
BASE

Lavabile
Termine che definisce un prodotto protettivo-decorativo di facile pulizia con acqua.

Lavorabilità
Proprietà del prodotto in fase applicativa.

Legante
E’ il complesso delle sostanze che legano assieme i pigmenti.

Litopone
E’ un pigmento bianco coprente, molto usato nei prodotti vernicianti, costituito dal 2% circa di solfuro di zinco e per il rimanente da solfato di bario.

Lubrificanti
Sono sostanze atte a far diminuire l'attrito fra superfici che si muovono a contatto le une con le altre; si tratta in genere di saponi, olii, grassi.

Lumacatura
Il fenomeno può insorgere nel caso in cui una superficie di facciata trattata con pitture o rivestimenti di natura sintetica, contenente resine e glicoli, viene interessata da piogge battenti o da rugiada nelle 48 ore successive l’applicazione dei prodotti di finitura.

Macinazione
Riduzione delle dimensioni dei pigmenti nei prodotti vernicianti.

Malta
Miscela di leganti calce o cemento, inerti in idonea curva granulometrica ed acqua..

Malte espansive
Malte formulate con speciali additivi che ne provocano un aumento di volume durante la presa. Caratteristica presente nelle malte da inghisaggio.

Malte idrofugate
Malte usate prevalentemente per intonaci esterni alle quali sono stati aggiunti particolari additivi che ne riducono l'assorbimento dell'acqua piovana limitandolo allo strato superficiale.

Miche
Rocce a struttura lamellare, costituite principalmente da silicato di alluminio e potassio, a volte anche di sodio, ferro e manganese.

Nitrocellulosa
Prodotto ottenuto per nitratazione della cellulosa di cotone, di legno, ecc. Nel campo delle vernici si usa soprattutto nitrocellulosa con un contenuto di azoto che si aggira sul 12% per migliorare prodotti dotati di rapida essiccazione,con buone proprietà meccaniche e resistenza all'esterno.

Non volatile
E’ la parte di prodotto verniciante che non evapora a temperatura ordinaria.

Olio cotto
E’ un olio essiccativo che ha subito un trattamento termico con l’aggiunta di essiccanti

Opacità
L 'opacità di una superficie è determinata dal grado di assorbimento delle radiazioni visibili.

Osmotico
Sistema cementizio impermeabilizzate per penetrazione e cristallizzazione.

Ossido di ferro
Questi pigmenti vengono divisi in due gruppi principali; ossidi naturali o terre coloranti, e ossidi sintetici o puri. Ciascuno di questi è ulteriormente diviso in quattro colori: rosso (ossido ferrico), giallo (ossido di ferro idrato), nero (magnetite, o ossido ferroso-ferrico) e bruno (una miscela degli altri tre).

Passivazione
Condizione di protezione anticorrosivo delle armature d’acciaio nel calcestruzzo.

Pelle
E la pellicola che si forma sulla superficie di un prodotto verniciante contenuto in un recipiente in seguito a fenomeni principalmente ossidativi

Pennellabilità
Misura la facilità d'applicazione a pennello.

Peso specifico
Rapporto tra il peso di un corpo ed il suo volume.

pH (potenziale idrogeno)
Esprime la concentrazione degli ioni idrogeno in una soluzione; un pH uguale a 7 indica un ambiente neutro, se compreso tra 8-13, alcalino, mentre se il pH è tra 0–6 corrisponde ad un ambiente acido.

Pigmentato
Termine indicante un composto colorato (contente pigmenti colorati).

Pigmenti
Sostanze colorate che conferiscono al film secco l'effetto cromatico voluto (possono essere organici o inorganici e sono insolubili nei solventi). In pratica, aggiunti ad una vernice trasparente, le conferiscono tonalità di colore e potere coprente.

Pigmenti inorganici
Sono pigmenti naturali o modificati. (ossidi)

Pigmenti organici
Pigmenti di natura sintetica ottenuti per sintesi da sostanze organiche.

Pistola
Attrezzatura per verniciare "a spruzzo", disponibile in versioni anche molto differenti tra loro, non solo per le caratteristiche costruttive, ma anche per le diverse modalità di nebulizzazione del prodotto verniciante. Possono essere manuali e di uso individuale o installate su supporti, fisse o soggette a movimentazioni programmate e sistemi robotizzati.

Pittura
Termine con cui si indica generalmente una vernice pigmentata che, applicata su un supporto, forma una pellicola coprente e protettiva.

Plasticità
E’ quella proprietà per cui un corpo possiede una forma propria, subisce deformazioni permanenti sotto l'azione della .pressione o di altre sollecitazioni meccaniche.

Plastificanti
Sostanze aggiunte a svariati tipi di prodotti vernicianti per impartire elasticità e flessibilità.

Polimerico
A base di polimeri (resine, gomme, etc.).

Porosità
Caratteristica di una pellicola di vernice consistente nella presenza di fori microscopici che raggiungono il supporto.

Porosità
Caratteristica di una pellicola di vernice consistente nella presenza di fori microscopici che raggiungono il supporto.

Porosità
Caratteristica di una pellicola di vernice consistente nella presenza di fori microscopici che raggiungono il supporto.

Porosità
Caratteristica di una pellicola di vernice consistente nella presenza di fori microscopici che raggiungono il supporto.

Potere coprente
Capacità dei Prodotto Verniciante di conferire al supporto il proprio colore mascherando quello originale.

Pot-life
E' un indice di reazione chimica che denota il tempo entro il quale è possibile applicare il prodotto, prima che il processo di polimerizzazione e/o essiccazione ed il conseguente aumento di viscosità renda ciò impossibile.

Pozzolana
E’ un materiale di origine vulcanica con struttura vetrosa, la sua natura acida la rende attiva con calci e cementi, conferendo loro caratteristiche idrauliche. Questo materiale era conosciuto ed utilizzato ai tempi dell’antica Roma, in special modo per opere idrauliche.

Primer
Termine con il quale generalmente si indica un prodotto utilizzato come prima mano e caratterizzato da un'ottima adesione sul supporto.

Prodotto verniciante
Prodotto liquido o in polvere che applicato su un supporto, forma una pellicola dotata di qualità protettive, decorative e/o tecniche particolari. Può essere monocomponente o bicomponente (se per indurire ha bisogno dell'aggiunta di un agente di reticolazione o induritore).

Promotore di adesione
Prodotti formulati ed utilizzati come trattamento di fondo su supporti porosi per facilitare l’adesione dei materiali di finitura.

Puntinatura
Difetto della pellicola di un prodotto verniciante dovuto alla presenza di granuli nella superficie.

Punto di rugiada
Condizione di condensazione del vapore e formazione della goccia di rugiada.

Raggrinzimento
E’ un fenomeno che si verifica su di una superficie, applicando strati troppo spessi o prodotti vernicianti contenenti quantità eccessive di essiccanti attivi in superficie.

Rasante
Particolare tipo di intonaco atto a livellare irregolarità millimetriche del supporto.

Reologia
Proprietà dello scorrimento dei fluidi.

Reoplastica
Miscela capace di conservare una elevata coesione anche allo stato liquido.

Repellenza
Pronunciata incompatibilità tra due sostanze.

Resa
Definisce in generale la quantità di prodotto necessario per un volume e/o superficie unitario.

Residuo secco
Contenuto in solidi del prodotto verniciante, corrispondente al residuo solido rimasto dopo l'evaporazione dei solventi/acqua.

Resine
Prodotti vischiosi naturali o sintetici aventi proprietà plastiche più o meno accentuate.

Reticolazione
Indurimento per reazione chimica tra una resina e/o polimero con un agente reticolante.

Retinamento
Si definisce così la comparsa sulla superficie di minutissime screpolature che si intrecciano e indicano disintegrazione del legante.

Rialcalinizzante
Soluzione minerale atta a ripristinare l’originaria alcalinità dei manufatti di calcestruzzo.

Rigature
Effetto per cui sulla superficie di un prodotto verniciante applicato si osservano le rigature del pennello; dipende dalla cattiva regolazione del tempo di essiccamento e quindi dalla natura dei solventi introdotti.

Ripristino puntale
Stuccatura delle parti che presentano difetti o imperfezioni senza interessare grandi superfici.

Risalita capillare
Vedi definizione di “Capillari”.

Ritiro
Contrazione irreversibile conseguente alla perdita dell’acqua di un conglomerato umido, posto in un ambiente non saturo di umidità (è definito anche ritiro idraulico).

Rivestimento
Normalmente si definisce l'applicazione di uno strato di materiale di finitura-protezione con spessore variabile da 0,3 mm fino a 20 mm di natura sintetica o minerale.

Rubb-out
Prova di stabilità dei pigmenti nella pittura sotto sollecitazione meccanica o manuale.

Ruggine
E’ uno strato poroso e di scarsissima aderenza di vari ossidi di ferro, che si forma sulla superficie del metallo durante l'esposizione, per effetto dell'ossigeno ed umidità dell'atmosfera.

Rugiada
Insieme di goccioline che si formano di notte per effetto della condensazione del vapore acqueo atmosferico.

Rullo
Tipo di pennello rotante per l'applicazione manuale di vernici, idoneo all'utilizzo su superfici piane. Realizzato con un cilindro ricoperto di pelo animale o sintetico che ruota sul perno centrale fissato al manico.

Sabbia
Miscela granulare a -base minerale con particelle comprese tra 0,063 e 5 mm.

Sabbiatura
Trattamento a cui vengono sottoposti i materiali solidi per effettuare l’asportazione delle parti ammalorate, oppure nei casi di materiali ferrosi, per rimuovere la calamina-ruggine; mediante il lancio di sabbia o materiali abrasivi con apparecchiature ad elevata pressione.

Sale di Vichy
Forma fisica particolare di una sostanza semplice universalmente nota come bicarbonato di sodio.

Sali cloruri (sali dell’acido cloridrico)
Questi sali sono generalmente limitati alle zone costiere, tendono a depositarsi sui manufatti con gli aerosol marini e a sciogliersi con le piogge battenti o con l’umidità dell’aria, favorendone il degrado. Diventano igroscopici in combinazione con i solfati.

Sali di ammonio
Sali stabili ottenuti per precipitazione del nitrato di sodio.

Sali nitrati (sali dell’acido nitrico)
La maggior parte dei sali nitrati sono igroscopici, ad eccezione del nitrato di potassio. Si trovano frequentemente negli edifici rurali a causa del contatto con prodotti animali, concimaie, pozzi neri, etc. il nitrato di calcio è molto comune nelle pietre e nelle murature è un sale dannosissimo in quanto in grado di assorbire grandi quantità di acqua. Sono trasportati nel sistema capillare dal sistema di risalita e mediante l’assorbimento di umidità dall’atmosfera.

Sali solfati (sali dell’acido solforico)
Sono poco igroscopici possono comunque essere trasportati dall’umidità di risalita. Sono presenti in quantità elevata sulle superfici esterne dei manufatti nei centri urbani, dove l’atmosfera è inquinata, tendono a sciogliersi con le piogge battenti e con l’umidità dell’aria favorendo il degrado dei manufatti.

Sanguinamento
Alterazione di colore che si osserva su una superficie verniciata, per effetto di fenomeni di penetrazione e trasudamento dallo strato inferiore.

Sbiancamento
Intorbidamento di una soluzione ~ di una vernice trasparente generalmente a causa dell'acqua contenuta nei solventi o nell'atmosfera.

Scagliola
gesso puro, cotto e ridotto in polvere, che fa rapida presa ed è usato soprattutto per stucchi, ingessature e calchi

Screpolamento
Rotture che si osservano su una superficie verniciata, per effetto di una erronea procedura di applicazione o adozione dei sistemi.

Sedimentazione
Formazione di fondo.

Separazione
Rottura di equilibrio di una emulsione, soluzione colloidale e/o sospensione, a causa dell'incompatibilità dei componenti il sistema o in seguito all’aggiunta di inadatti diluenti.

Setaccio
Strumento utilizzato per la determinazione delle dimensioni delle particelle che attraversano una maglia a sezione quadra con luce calibrata.

Sfarinamento
Impoverimento progressivo di una superficie dall’esterno verso il fondo, che viene di conseguenza ad assumere un aspetto farinoso. Questo degrado avviene per l’azione dei raggi ultravioletti e dall’inquinamento atmosferico.

Sfiammatura
Migrazione anomala del colorante sulla superficie dei prodotti vernicianti allo stato liquido.

Sfogliamento
Distacco da parte della pellicola/film, di piccoli o grandi lembi, dovuto in genere alla scarsa elasticità del prodotto di finitura o all’applicazione su un fondo inadeguato.

Sigillante
Materiale plastico, per lo più a base di polimeri siliconici, usato per sigillare.

Silicati
Gruppo di minerali cristallini, derivati principalmente dal silicio. A contatto con il carbonato di calcio contenuto negli intonaci, tendono ad inglobarsi nello stesso, formando un unico corpo.

Silice
Biossido di silicio, si trova in natura nella varietà cristallina (quarzo calcedonio), ovvero .in forma amorfa o farina fossile.

Siliconi
Composti chimici a struttura di polimeri. Possono essere prodotti solidi o liquidi più o meno viscosi. Sono sostanze generalmente incolori, idrorepellenti, dotate di buona resistenza al calore ed agli agenti chimici. In edilizia sono generalmente usati come sigillanti o adesivi.

Smalto
Prodotto impiegato per ricoprire superfici, allo scopo di proteggere dalla corrosione dagli agenti chimici o atmosferici, per renderle impermeabili o decorarle.

Solfato di calcio/gesso
E’ un pigmento inerte, usato come carica in prodotti vernicianti, noto come gesso e contiene acqua di cristallizzazione. Il solfato di calcio, calcinato per eliminare quest'acqua (anidride), è un riempitivo molto usato per tagliare il biossido di titanio.

Sollevamento
Distaccamento dei prodotti vernicianti dalle mani di fondo o dai supporti stessi.

Sollevamento del pelo
Fenomeno prodotto dal contatto tra l'acqua o il solvente contenuto nella vernice e le fibre del legno, che così tendono a rialzarsi.

Soluzione impregnanti antisaline
Prodotti desalinizzanti a base di solvente, in grado di penetrare in profondità nei sopporti umidi, formando un filtro che rallenta la diffusione dei sali presenti senza, per altro modificare la permeabilità al vapore dei manufatti.

Solvente
Liquido avente la funzione di sciogliere e tenere in soluzione le resine dei prodotti verniciati. Abbassa la viscosità, facilita l'applicazione e la distensione; evapora completamente in fase di essiccazione.

Spazzolatura
Operazione avente lo scopo di togliere, mediante spazzola di fibra o tessuto, residui di polvere dalle superfici.

Spessimetro
Strumento dal semplice uso, atto a misurare lo spessore umido della vernice applicata.

Spolveratura
Condizione di friabilità superficiale dei materiali.

Squamatura
Distacco della pellicola di un prodotto verniciante dal supporto, sotto forma di scaglie di varia natura, a seguito di screpolatura.

Stratificazione
Difetto dovuto a non perfetta adesione e compenetrazione tra più applicazioni del medesimo prodotto verniciante.

Stucco
Composto fine formato da un legate e da aggregati, impiegato per colmare le irregolarità delle superfici.

Substrato
Sinonimo di Supporto; altro nome per indicare una superficie da verniciare.

Sughero
Materiale di origine vegetale; è parte della corteccia di diverse specie legnose; nel sughero cotto si formano ulteriori distacchi fra le pareti delle cellule con altri spazi d'aria non comunicanti, per queste caratteristiche il sughero è usato in edilizia quale isolante termico. Il sughero espanso ha peso specifico apparente di 100 Kg/m3 e coefficiente di conducibilità termica di 0,035 Kcal / m h °C.

Supporto
Qualunque superficie solida destinata a ricevere un ciclo di verniciatura.

Tampone
Fazzoletto di tela che racchiude una massa di lana o cotone in fili e che, opportunamente imbevuto, viene adoperato per verniciare

Tempera
Le tinte a tempera sono sospensioni acquose di pigmenti e cariche (ad esempio carbonato di calcio puro), finemente macinate, con aggiunta di resine naturali o sintetiche. Le tempere risultano poco resistenti all'acqua e perciò sono adatte solo per interni.

Termocappotto
Sistema di rivestimento di superfici esterne che comprende la posa di lastre termoisolanti in polistirene, malte da incollaggio, tassellatura, rasatura ed inglobatura di rete in fibra di vetro antialcali, e strato protettivo del sistema con rivestimento a spessore di natura sintetica o silicaticata.

Termoigrometro
E' uno strumento costituito dall'abbinamento di un termometro e di un igrometro, per misurare rispettivamente la temperatura e l'umidità relativa dell'ambiente di verniciatura, detti anche fattori ambientali

Tixotropia
Proprietà di un prodotto verniciante, molto denso e sotto forma gelatinosa, di essere applicato su superfici verticali senza produrre colature.

Tonachino
Rivestimento di finitura e protezione di circa 0.3-2 mm, costituito da leganti minerali, calce, silicati ed inerti.

Traspirante
Termine che definisce un prodotto a base acquosa con buona permeabilità al vapore acqueo.

Trementina
Resina oleosa che cola dai fusti di larici, abeti, pini, i cui componenti fondamentali sono il terpene pinene e l'acido abietinico (trementina greggia); dalla sua distillazione si ottiene l'acqua ragia che è usata per la preparazione di vernici e colori ad olio.

Turapori
Sono prodotti vernicianti destinati a riempire i pori delle superfici troppo assorbenti e così prepararle per la verniciatura.

Umidità ascendente (di risalita capillare)
Deriva dall’acqua presente nel terreno che risale per capillarità nella muratura.

Umidità da condensa
Deriva dalla condensazione del vapore acqueo dell’ambiente sulle superfici fredde. Richiede una adeguata bonifica termica (isolamento o intonaci termoisolanti).

Umidità meteorica
E’ determinata dall’acqua piovana che bagna le superfici tendendo a permearle: richiede provvedimenti in grado di rendere idrorepellenti gli involucri murari.

Umidità residua U.R.
Indica percentualmente il contenuto in acqua di un manufatto dopo presa ed evaporazione dell’acqua di impasto.

Veicolo
Soluzione o dispersione di resina in un solvente o in acqua. Normalmente addizionato alle tinte, per migliorare talune caratteristiche (es. marcamento del poro), per prevenire il sovrassorbimento e per evitare il sanguinamento.

Vernice -flatting
Termine con cui vengono usualmente chiamati i prodotti vernicianti non pigmentati.

Verniciatura
Operazione di applicazione di un prodotto verniciante. In relazione al procedimento di applicazione adottato si hanno diversi tipi di verniciatura.

Vescicamento
E’ la formazione di bollicine o di vescichette sulla superficie di una pellicola di vernice applicata.

Viscosità
E' il grado di fluidità di un prodotto verniciante, che può essere opportunamente variato dall'addizione di diluenti. E' molto importante ai fini della lavorabilità di un prodotto verniciante anche in relazione alla tecnica applicativa adottata.

Zincatura
Processo di rivestimento con zinco di manufatti di ferro (lamiere, fili ecc.) al fine di proteggerli dalla corrosione. La protezione è dovuta anche al fatto che lo zinco precede il ferro nella scala elettrochimica, e quindi fino a che tutto lo zinco non è attaccato non inizia la corrosione del ferro. Le superfici di ferro vengono spazzolate, sgrassate e decappate; la zincatura ha quindi luogo per deposizione elettrolitica da soluzioni di solfato o cianuro di zinco oppure per immersione in bagno di zinco fuso.